F.A.Q.

Problemi tennici e relative scappatoie

Internet Explorer e Safari non supportano formati liberi come ogg/vorbis, quello che Radio Eustachio usa per trasmettere in diretta e pubblicare le puntate registrate. Consigliamo un drastico cambio di browser (Tor-browser, Firefox, Chromium, Opera, Otter Browser, Falkon, Iridium Browser, Min, eccetera eccetera) anche perché non siamo i soli ad usare i formati liberi.

    • Il segnale in diretta

      • Il player riproduce sempre lo stesso audio
        Di solito un aggiornamento della pagina può bastare. In caso contrario provare con la combinazione ctrl+f5 (su mac Command+Option+R), che aggiorna la pagina senza caricare dati già salvati sul browser. Se il sintomo persiste usare i link diretti, sotto il player.
      • Pagina bianca con scritto “The file you requested could not be found” o “Not available”
        Se tutti e tre i link diretti sotto il player danno lo stesso problema, Radio Eustachio è spenta. Porta pazienza e riprova più tardi. Se il sintomo persiste fate una passeggiata e cercate di non pensarci per un po’.
      • Sul player compare “Invalid sources”
        Questo succede perché il browser che usi non accetta formati liberi come ogg/vorbis. Per voi ostinati c’è il segnale in mp3, tra i link diretti sotto il player. Ma niente puntate registrate.
      • Mi apre il link diretto in una nuova scheda che subito dopo si chiude da sola
        Stesso del punto 3: questo succede perché il browser che usi non accetta formati liberi come ogg/vorbis. Per voi ostinati c’è il segnale in mp3, tra i link diretti sotto il player. Ma niente puntate registrate.
    • Le puntate registrate
      • Il player che si apre in una nuova pagina non parte
        Assicurati di aver disattivato AdBlocker e plugin simili. Puoi anche creare delle eccezioni ad hoc per le pagine del blog della radio.

Se ancora non riesci ad ascoltare, mandaci una mail a eustachio chiocciola posta punto indivia punto net specificando il problema. Il nostro staff tennico si farà in quattro e suderà camìce su camìce per risolvere il problema in meno di un anno.